LAVASTOVIGLIE

FRESCHIN:

Secondo il Dizionario del dialetto veneziano di G. Boerio (1856); Manlio Cortelazzo, nel suo Parole Venete (Neri Pozza 1996), dedica una dettagliata analisi al termine e cita la descrizione che ne dà il dialettologo Erminio Girardi: “Il pesce può savère da freschìn quando non è più fresco, ma le mani odorano di freschìn, anche se hanno toccato pesce fresco. Le uova ne lasciano l’odore sugli oggetti o recipienti […] anche se freschissimi. L’acqua, a volte, pur non avendolo in sé, trasferisce questo odore su bicchieri e stoviglie”

CONTATTACI

Name:*
E-mail:
Website
Message: